La nuova gestione lavanderia al San Gerardo parte col piede sbagliato

Ancora una denuncia di malfunzionamento, da parte dei sindacati dell’ASST di Monza. Stavolta si tratta del nuovo sistema automatizzato di gestione della lavanderia che sta causando molti disagi al personale.

Sono giunte alla RSU aziendale numerose segnalazioni di colleghi e colleghe che lamentano l’indisponibilità, nella maggior parte delle giornate addirittura totale, del cambio divisa, le lunghe attese per poter accedere ai pochi distributori presenti, il numero insufficiente di divise prelevabili per ogni singolo lavoratore, la trasparenza dei pantaloni e tante altre difficoltà che aumentano lo stress lavoro correlato, come se non bastasse già la peculiarità del lavoro in corsia.

“Mi preme ricordare - dichiara Donato Cosi, coordinatore della RSU dell’ASST di Monza - che gli indumenti in questione sono presidi usati per motivi igienico-sanitari rientrando tra i DPI previsti dal d.Lgs. 81/2008 e che, soprattutto in questo momento, una loro carenza può determinare un preoccupante elemento di diffusione delle infezioni ospedaliere”.

Nella segnalazione, la RSU sottolinea anche l’importanza di allargare il ventaglio di colori disponibili, garantendo così una più facile individuazione delle figure di supporto, quali OSS, OTA e Ausiliari.

I sindacati, attraverso questa nuova denuncia hanno richiesto provvedimenti immediati, atti a garantire sicurezza e decoro dei lavoratori interessati.

Attendiamo gli sviluppi della vicenda.

30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

se hai bisogno di informazioni

339 1937863
CHIAMACI
oppure scrivi a: monza@nursind.it