ASST Brianza: infermieri come pedine e tappabuchi

"Dopo le numerose segnalazioni ricevute da colleghe e colleghi che lavorano presso il Presidio Ospedaliero di Vimercate non potevamo restare a guardare. La carenza di personale infermieristico e OSS ha raggiunto livelli intollerabili". A parlare è Donato Cosi, segretario Territoriale del NurSind Monza e Brianza.

Dopo l'incremento dei posti letto COVID presso il reparto Rosa Bianca gestito, in mancanza di personale, da infermieri e OSS dei reparti Girasole, Tulipano Rosso, Tulipano Bianco e Tulipano Giallo, la situazione è diventata ancora più insostenibile.

Gli operatori lamentano che ormai l'azienda si affida solo alla disponibilità dei lavoratori, nella maggior parte dei casi personale neoassunto, senza prevedere una reale programmazione e gestione del personale.

"A quanto già esposto corre l'obbligo segnalare ancora - continua Donato Cosi - che, ormai troppo spesso, i turni di servizio del mese successivo vengono comunicati ben oltre quanto previsto dalle normative e dal CCIA e che, a volte, sono soggetti a modifiche in corso d'opera".

Il NurSind Monza e Brianza chiede, quindi, con fermezza ai dirigenti aziendali di risolvere con urgenza tali criticità, poiché non reputa rispettoso, sia della dignità personale che delle norme contrattuali, continuare a trattare gli operatori al pari di "pedine" o "tappabuchi", minacciando ulteriori azioni, anche legali, al fine di difendere decoro, dignità e salute dei lavoratori interessati.

388 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

se hai bisogno di informazioni

339 1937863
CHIAMACI
oppure scrivi a: monza@nursind.it